Facciamo culturismo

Facciamo Culturismo

PIEMONTE HANDMADE

Biagetti_24

Il progetto Piemonte Handmade è nato nel 2014 dalla stretta collaborazione tra Regione Piemonte e Operæ. Independent Design Festival. Nato come una mostra fotografica, dove gli artigiani venivano ritratti all’interno dei loro laboratori, circondati dagli strumenti che utilizzano nel loro quotidiano, nel 2015 il progetto si è evoluto e ha assunto un’altra forma, diventando una vera e propria collaborazione tra un artigiano e un designer per la realizzazione di un progetto inedito. Dodici artigiani – selezionati con un Bando Regionale – hanno infatti lavorato con 12 designer. I due mondi-soggetti (artigiano-designer), diversi per universo narrativo e codici progettuali, hanno così potuto esprimersi, ascoltarsi, contaminarsi e arrivare alla produzione di un oggetto.

L’idea alla base è stata quella di mettere in mostra la produzione artigiana locale, esaltandone la direzione progettuale, e allargare l’attenzione sul territorio focalizzando lo sguardo sull’identità e sulle capacità degli artigiani. Il risultato, rappresentato dai prodotti inediti messi poi in mostra durante i giorni di Operæ 2015, è stata la più concreta testimonianza della capacità degli artigiani di superare i confini del proprio consueto, arrivando a proporre oggetti che portano con sé le radici profonde di storie personali, professionali, territoriali. Da questo contatto creato da Piemonte Handmade sono nate successive fruttuose collaborazioni e sviluppi di progetto che è quel che il Bando Regionale si proponeva come obbiettivo. Il sacco da boxe, nato dalla collaborazione tra L’Antica Fabbrica Passamanerie Massia Vittorio 1843 e Atelier Biagietti, è volato subito dopo la mostra Piemonte Handmade a Design Miami e la collaborazione tra Andrea Besana e Zanellato/Bortotto è porseguita fino alla progettazione di una collezione di mobili per esterni realizzata per Nilufar, solo per citare due esempi…

Per l’edizione 2016, Piemonte Handmade si amplia nuovamente e apre alle gallerie di design. E’ online il bando per partecipare.

Ogni gruppo di lavoro – formato quest’anno da artigiano, designer e galleria – collaborerà infatti all’ideazione e realizzazione di un oggetto inedito, che sarà presentato in anteprima durante i giorni della fiera e che le gallerie esporranno successivamente in diversi appuntamenti di settore in Italia e all’estero. La produzione artigiana locale trova in un mercato come quello del collezionismo, fatto di piccoli numeri e ricerca di eccellenza, uno sbocco ideale veicolato dalle gallerie specializzate. Si apre in questo modo un panorama commerciale inesplorato per gli artigiani italiani, conosciuti e apprezzati in tutto il mondo per le loro capacità manifatturiere.