Facciamo culturismo

Facciamo Culturismo

Tutto Arte biblioteche Cinema design Editoria Enogastronomia Innovazione culturale Musica Recupero spazi urbani Sale cinematografiche Teatro/danza
Categorie: Recupero spazi urbani
Tags: Bandi ministero

Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa 2016/17

2016-17-Libera-1

In occasione della V Edizione del Premio il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) intende avviare una ricognizione delle azioni esemplari attuate nel territorio italiano, al fine di individuare la Candidatura italiana al Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa.

I progetti, realizzati anche in parte – da almeno tre anni, dovranno aver garantito l’attuazione di politiche sostenibili di sviluppo economico ed etico volte all’affermazione delle identità locali e nel contempo capaci di favorire l’integrazione di nuove culture e identità dei residenti più recenti.

I tempi indicati dal bando per poter trasmettere il progetto per la selezione della candidatura italiana al Premio del paesaggio del Consiglio d’Europa sono stati prorogati al 20 dicembre 2016.

Per scaricare il bando e la proroga qui il sito.

Nella selezione, particolare attenzione, verrà attribuita alle proposte con in progetto il perseguimento di due o più degli obiettivi di seguito elencati

  1. interventi finalizzati alla riqualificazione e valorizzazione dei beni archeologici, architettonici, storico artistici materiali e immateriali;
  2. interventi finalizzati alla riqualificazione e valorizzazione degli usi e dei Paesaggi rurali tradizionali;
  3. interventi finalizzati alla riqualificazione delle aree urbane, periurbane e delle periferie urbane degradate o abbandonate;
  4. progetti con l’obiettivo di pervenire al consumo ‘zero’ del suolo;
  5. progetti con l’obiettivo di far fronte al rischio idrogeologico e/o sismico;
  6. progetti con l’obiettivo di ridurre i fattori di inquinamento ambientale;
  7. progetti finalizzati all’integrazione culturale tra vecchi e nuovi residenti, anche di altri Paesi;
  8. progetti che si caratterizzano in quanto esemplari per l’attuazione di forme di turismo sostenibile, secondo i principi del Codice Mondiale di Etica del Turismo;
  9. interventi attuati con il ricorso all’impiego delle più innovative tecnologie ai fini della ecosostenibilità.